Cyberbullismo

/ Cyberbullismo

Cyberbullismo

“se il bullismo tradizionale coinvolge il gruppo, la scuola, il cortile, la piazza, il cyberbullismo ne amplifica l’audience a livello mondiale”

La potenzialità disarmante dei social, quali moderno strumento di comunicazione amplifica gli atteggiamenti antisociali quali la denigrazione, il razzismo ed in generale l’approfittamento del più debole

Il fenomeno si presenta due forme:

PROPRIO: l’illecito è compiuto nel mondo virtuale, dove nasce e nel quale è diffuso
IMPROPRIO: l’azione vessatoria è realmente compiuta nel mondo esterno, ma i suoi effetti sono amplificati in internet (es. divulgazione di video che mostrano le vittime mente subiscono atti di violenza)

Il fenomeno si può manifestare nelle seguenti condotte:

  • atti di intimidazione mediante l’utilizzo dei mezzi informatici
  • diffusione di informazioni riservate
  • sostituzione di persona ex art. 494 c.p.
  • denigrazione on line finalizzata all’esclusione dal gruppo sociale
 

Fattori che differenziano il cyber dal bullismo tradizionale:

  • non occorre la reiterazione delle condotte
  • un ruolo determinante viene assunto dalla cosidetta “psicologia di massa”

Campanelli di allarme

  • È stato preso in giro pesantemente dai compagni e/o ridicolizzato
  • È stato intimidito, minacciato
  • È stato umiliato
  • È stato picchiato, spinto, aggredito fisicamente e non è riuscito a difendersi
  • È stato coinvolto in liti e scontri senza essersi difeso adeguatamente
  • Oggetti di sua proprietà sono stati danneggiati, rubati, sparsi in giro o nascosti
  • Presenta lividi, tagli, graffi, vestiti rovinati e non sa dare spiegazione di come si siano prodotti
  • Durante i momenti di interazione libera tra pari (intervallo, mensa…) è restato da solo, è stato isolato dai compagni
  • È stato scelto per ultimo nei giochi di squadra
  • Durante i momenti di sospensione delle lezioni (intervallo, mensa…) ha evitato di interagire con i compagni ed è rimasto nelle vicinanze di un adulto (insegnante, personale non docente…)
  • Sembra depresso, giù di morale, ansioso e insicuro
  • Calo del rendimento, improvviso o graduale